12 Passi alle 12.00 per 0 -12 anni:6° Passo

Gli addobbi di Natale -1
24 Dicembre 2018
12 Passi alle 12.00 per 0 -12 anni:7° Passo
6 Gennaio 2019

12 Passi alle 12.00 per 0 -12 anni:6° Passo

 Memoria di ferro

Memoria di ferro


Il Telecomando interno aiuta il bambino a raccontare un’esperienza che lo ha fatto star male poiché gli consente, durante la narrazione, di fare delle pause, tornare indietro o avanzare velocemente a punti della storia meno attivanti, lasciandogli quindi il controllo su quanto vuole rivedere.
0 - 3

0 - 3


Bambini così piccoli potrebbero non sapere bene come funziona un telecomando, conoscono però la forza di una storia. Godetevi il momento in cui vostro figlio desidera raccontarvi più e più volte la storia di ciò che gli è accaduto durante la giornata, anche se vi annoiate a sentir raccontare la stessa storia all'infinito, ricordate che la narrazione favorisce la comprensione. l'integrazione e il superamento di esperienze traumatiche.
3 - 6

3 - 6


Con tutta probabilità, vostro figlio a questa età ama raccontare. Incoraggiate questa sua inclinazione. Raccontate ogni esperienza che vi accade: bella, brutta e neutra. E, quando accade un evento importante, siate disponibili a raccontarne la storia più volte. Anche se vostro figlio potrebbe non conoscere bene le funzioni di un telecomando, è probabile che sappia "tornare indietro" a punti precedenti della storia oppure fare una "pausa" durante la narrazione. Provate a costruire un telecomando voi con della carta oppure usatene uno vecchio che avete in casa. Sarà felice di sentire la storia di un momento importante della sua vita e di aiutarvi a raccontarla più e più volte. Quindi, siate pronti a "premere il tasto Play" molte volte, sapendo che in tal modo favorirete l'integrazione e il benessere del bambino.
6 - 9

6 - 9


Un bambino di questa età potrebbe essere restio a raccontare esperienze difficili o a rievocare ricordi dolorosi. Aiutatelo a comprendere l'importanza di analizzare cosa gli è accaduto: agite con dolcezza e tatto, dategli la possibilità di fermare la narrazione in qualsiasi punto e persino di avanzare velocemente a parti successive del racconto, per non soffermarsi su particolari spiacevoli del passato. Tuttavia, a un certo punto, anche se dopo diverso tempo, assicuratevi di tornare all'inizio della storia e di raccontarla per intero, comprese le parti più dolorose.
9 - 12

9 - 12


Man mano che si avvicina all'adolescenza potrebbe aver difficoltà a raccontare le esperienze dolorose che ha vissuto, tuttavia spiegategli l'importanza della memoria. Come un'esperienza del passato possa continuare a condizionarlo anche se cerca di non pensarci, soprattutto se cerca di non pensarci. Agite con dolcezza e tatto, e dategli la possibilità di fermare la narrazione in qualsiasi punto persino avanzare velocemente a parti successive del racconto, proprio come può avvenire su YouTube, per non soffermarsi su particolari spiacevoli del passato. Tuttavia, a un certo punto, anche se dopo diverso tempo assicuratevi di tornare all'inizio della storia e di raccontarla per intero, comprese le parti più dolorose

Questi 12 passi sono tratti dal libro di Daniel J. Siegel e Tina Payne Bryson, offrono la possibilità di sfruttare i momenti della vita quotidiana per poter incidere in maniera efficace sullo sviluppo mentale  e emotivo del proprio figlio o della propria figlia.

 

 

Condividi questo articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *